lunedì 24 novembre 2014

Trofie con gamberi, porcini e colatura di alici







trofie con gamberi, porcini e colatura di alici.


Avevo fatto questo piatto in passato e poi l'avevo dimenticato, pochi giorni a mi è capitato di vedere la foto fatta in quella occasione e mi è venuta voglia di rifarlo. Ho aggiunto rispetto alla vecchia ricetta un po' di colatura di alici e devo dire che ci sta divinamente.

Ingredienti 4 persone

  • 400 g di trofie fresche 
  • 300 g di porcini ( ho usato quelli surgelati)
  • 500 g di gamberi
  •     2 cucchiaini di colatura di alici
  • 4-5 pomodorini
  • olio evo, aglio, sale, pepe e prezzemolo q.b.

 

Procedimento


Pulire i gamberi e tenere da parte gusci e teste per preparare il fondo di gamberi.
Si può fare anche in anticipo: in una padella fate soffriggere uno spicchio d'aglio con un fondo di olio, unite gli scarti e cuocete per 5' con il coperchio, aggiungete mezzo bicchiere di vino, lasciate sfumare e spegnete. Passate gusci e teste allo schiacciapatate e recuperate il sugo,  verseretelo in una padella e fatelo restringere a fuoco medio.
Fate scongelare appena i funghi giusto per poterli tagliare a pezzi non troppo piccoli.
In una larga padella fate imbiondire uno spicchio d'aglio tritato in un generoso fondo di olio e cuocete i funghi a fiamma vivace senza coperchio, in modo che i funghi non rilascino troppa acqua e non diventino mollicci e spegnate.
In un'altra padella scaldate un filo d'olio e fate cuocere i gamberi giusto 2-3' e uniteli ai funghi.
Nella stessa padella usate per i gamberi, senza pulirla versate un goccio d'olio e friggete per pochi minuti i pomodorini a pezzetti, quando iniziano ad appassire spegnete e versateli nella padella con in funghi e gamberi. 
Lessate la pasta con poco sale e intanto fate amalgamare tutti i componenti del sugo a fiamma moderata aggiungendo una tazzina scarsa del fondo di gamberi preparato in precedenza.
Scolate la pasta e versatela nella padella, unite pepe e prezzemolo tritato e mischiate bene. Fuori dal fuoco aggiungere la colatura di alici e fate amalgamare per bene.












I miei amici