martedì 23 maggio 2017

Spaghetti aglio,olio e peperoncino con crema di cozze



spaghetti aglio, olio e peperoncino con crema di cozze






Avevo intravisto questo piatto alla tv in una puntata di cucine da incubo con Antonino Cannavacciuolo. non ero riuscita a prendere appunti e allora l'ho cercata in rete perchè sicura che mi sarebbe piaciuta, l'ho trovata qui e l'ho subito replicata. Il piatto si ispira a due classici della cucina: gli spaghetti aglio, olio e peperoncino e gli spaghetti con le cozze che messi insieme in questa ricetta danno un risultato buonissimo. Ma la cosa che ha attirato la mia attenzione è stata la crema di cozze che avevo già avuto modo di leggere in un libro di Cannavacciuolo e mai provata. Se vi fidate provatela in questo piatto e tenetela presente anche per altre ricette, sono sicura che vi piacerà com'è piaciuta a me.

Ingredienti per quattro persone

  • 300  g di spaghetti di Gragnano
  •     2  patate rosse 
  •     1  kg. di cozze ( io 1,5 Kg)
  •     1  cipollotto
  •     3  spicchi d'aglio
  •   10  steli di erba cipollina 
  • vino bianco q.b.
  • prezzemolo foglie e gambi q.b.
  • vino bianco q.b.
  • peperoncino 1 pizzico 

 

 

 

 

Procedimento


Prendere una padella con 1 spicchio di aglio, olio, peperoncino e i gambi di prezzemolo.
Far soffriggere e versare le cozze.
Cuocere per 2 minuti al massimo, ovvero, solo per il tempo che le cozze impiegano ad aprirsi.
Eliminare il guscio e conservare l’acqua di cottura.
Prendere un’altra padella e versare un filo d’olio e il cipollotto tagliato finemente e fare un soffritto.
Dopodiché versare le patate tagliate a rondelle spesse circa mezzo centimetro e farle appassire.
Aggiungere circa 10 steli di erba cipollina, un po’ di sale e bagnare con un po’ di vino bianco, mescolare.
Aggiungere 1 mestolo di acqua di cottura delle cozze precedentemente messa da parte, spegnere il fuoco e versare le cozze. 
Frullare il tutto senza aggiungere altro sale.
Nel frattempo mettere a bollire l’acqua e cuocere gli spaghetti.
Prendere una padella e versare aglio e olio. Far dorare bene l’aglio e toglierlo dalla padella.
Togliere gli spaghetti ancora molto al dente e versarli nella padella ben calda, completare la cottura, se necessario aggiungere un mestolo d’acqua ( io anche l'acqua delle cozze). Aggiungere il prezzemolo tagliato finemente. 
Versare un mestolo di salsa alle cozze come base in un piattp, gli spaghetti arrotolati al centro della salsa e guarnire con prezzemolo ed un filo di erba cipollina.

mercoledì 17 maggio 2017

Spaghetti seppie e telline



spaghetti seppie e telline



Altro piatto cucinato in campeggio,  foto fatte sempre con il cellulare. Una ricetta semplice fatta con prodotti freschissimi appena pescati e avuti in regalo al camping. E' sicuramente un piatto conosciuto ma vi lascio comunque anche la mia perchè vi assicuro che vale la pena farlo. In mancanza le telline possono essere sostituite da un'altro frutto di mare.

Ingredienti per due persone

  • 500 g di seppie
  • 500 g di telline
  • 4-5 pomodorini
  • 1    pizzico di peperoncino
  • 2    spicchi d'aglio
  • olio evo q.b.
  • sale e prezzemolo quanto basta.

 

Procedimento


Pulire bene le seppie e tagliare a pezzi non troppo piccoli.
In una padella soffriggere lo spicchio d'aglio con il peperoncino in un generoso fondo d'olio, unire le seppie e cuocere a fiamma moderata per poco tempo, devono risultare morbide la cottura prolungate le rende gommose.
Aggiungere alle seppie i pomodorini schiacciati con le mani e lasciare cuocere per un paio di minuti.
In un'altra padella fare aprire le telline in un fondo d'olio con uno.spicchio d'aglio, appena saranno tutte aperte versare il tutto nella padella con le seppie, dare un paio di girate per amalgamare i sapori.
Lessare gli spaghetti al dente e scolare bene, unirli al sugo e lasciare asciugare bene il sugo a fiamma vivace girando continuamente la pasta.
Completare il piatto con prezzemolo tritato.




venerdì 12 maggio 2017

Trofie con cozze, fiori di zucca e zafferano

trofie con cozze, fiori di zucca e zafferano





Questo piatto non era destinato al blog. E' stato cucinato in campeggio con un'attrazzetura da cucina minimal e fotografato con il cellulare,. Ma il risultato mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di condividerlo, E' una ricetta veloce e come sempre basta avere gli ingredienti buoni per la riuscita del piatto. Potete usare anche un'altro forato di pasta ma vi consiglio comunque una pasta fresca che lega meglio con il sugo. Io l'ho mangiato sul prato con il mare a due passi, un buon bicchiere di vino bianco freddo ha completato il tutto. Forse il posto ha reso tutto più buono.




Ingredienti per 3 persone


  • 1 kg   di cozze
  • 10-15 fiori di zucca
  • 1 g     di zafferano
  • 1/2     cucchiaio di pecorino grattugiato (facolatativo)
  • 300 g di trofie fresche
  • 2        spicchi d'aglio
  • olio evo q.b.
  • sale, pepe e prezzemolo q,b

Procedimento


Far imbiondire in una padella larga uno spicchio d'aglio con un filo di olio e prezzemolo tritato, unire le cozze e lasciarle aprire a fuoco vivace senza farle asciugare troppo  e sgusciarle, filtrare l'acqua rilasciata e unire lo zafferano per scioglierlo.
In un'altra padella (adatta a contenere la pasta) soffriggere uno spicchio d'aglio con 3 cucchiai d'olio, appena imbiondisce unire i fiori di zucca tagliati a julienne e cuocere per 2 minuti, aggiungere le cozze, l'acqua allo zafferano e lasciare cuocere per altri 2-3 minuti.
Lessare la pasta in acqua poca salata,  scolare bene e unirla al sugo,  aggiustare di sale e pepe, unire il pecorino e mantecare a fiamma alta fino a quando risulta tutto ben amalgamato e cremoso.












lunedì 10 aprile 2017

Ravioli di caprino, guanciale croccante, datterini e cipolla rossa


Ravioli di caprino, guanciale croccante, datterini e cipolla rossa







La mia carissima amica Monica mi ha tempo fa segnalato questa ricetta presa da questo blog. Vista, piaciuta e replicata. Piatto fresco e saporito, vi riporto la ricetta così com'è sul blog, io ho raddoppiato le dosi per 4 persone e ho cambiato il formato dei ravioli perchè quelli riportati sull'originale mi venivano brutti. Inoltre ho preparato il sugo con i pomodorini fritti.
Ricetta consigliata

Ingredienti

per la pasta fresca

  • 200 g di farina 00
  •     2 uova
  •     1 pizzico di sale ( mia aggiunta) 

per il ripieno e sugo

  • 200 g di formaggio caprino
  • pangrattato q.b. (omesso)
  • olio evo, sale e pepe q.b.
  • pomodori datterini (una ventina)
  • 1 cipolla rossa
  • 80   g di guanciale
  • 100 g di pecorino grattugiato 

 

 

 

 

Procedimento


Lavorare la pasta impastando bene gli ingredienti e far riposare per circa 30' coperta da una ciotola capovolta.
Stendere la pasta in una sfoglia sottile e ricavare i ravioli della forma gradita. distribuire la farcia preparata con il caprino ben stemperato con l'aggiunta di un filo d'olio, sale e pepe.
In una padella antiaderente tostare il guanciale tagliato a striscioline e tenere da parte. nella stessa padella aggiungere un giro di olio e rosolare la cipolla tagliata sottile, unire i datterini tagliati a metà e friggere a fuoco moderato per pochi minuti.
Lessare i ravioli e mantecare nella padella con il condimento e il pecorino
Completare il piatto con il guanciale tenuto da parte.






lunedì 20 marzo 2017

Naked cake con crema di castagna e ricotta



naked cake con crema di castagna e ricotta






Ho preparato questa torta tempo fa per il compleano di mio figlio, volevo una torta diversa e da tempo sognavo di preparare una naked cake anche se mi sembrava un'impresa non alla mia portata. Nonostante i dubbi l'ho fatta lo stesso. Ho scelto come base  questo pan di spagna che non ha bisogno di bagna in quanto morbidissimo e per la crema questa usata per la marronier che mi era piaciuta tanto. Ho aggiunto alla crema della ricotta ed è risultata una crema molto gradevole. La torta presenta molti difetti, ma essendo la prima olta mi accontento. Quello che posso garantire che era buonissima.

Ingredienti

Pan di spagna alle noci

  • 7  uova a temperatura ambiente
  • 300 g ddi zucchero
  • 300 g di farina
  • 250 di burro
  • 150 g di noci tostate
  • 15 g di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di rum
  • 1 pizzico di sale
     

per la mousse di castagna e ricotta


6    g di gelatina in fogli

250 g di panna da montare

250 g di crema di marroni

3    tuorli

20  g di acqua

35  g di zucchero

15  g di rum
350 g di ricotta di bufala

noci e marron glacè q.b. per la decorazione.

 

Procedimento

pds per 3 stampi da cm.22, cm. 20 e cm.18:

Tritare finemente le noci precedentemente tostate e fatte raffreddare con un cucchiaio di farina presa dal totale. Mettere da parte.
Montare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale.Unire il burro morbido a pezzettini e continuare a lavorare il composto. Aggiungere il rum.Unire la farina setacciata con il lievito e poi la farina di noci.Trasferire il composto negli stampi ed infornare a 170°C per 30 min circa (vale la prova stuzzicadenti) Sfornare e lasciare intiepidire prima di sformare. Avvolgere le basi, singolarmente, in pellicola alimentare.
per la mousse di castagna e ricotta:

Mettete i fogli di gelatina in una ciotola coperti da acqua fredda ( ho aggiunto due cucchiai di rum) in modo da ammorbidirli.

In una casseruola dal fondo spesso, mettete lo zucchero e l'acqua, e fate bollire fino al raggiungimento della temperatura di 115°.
Nel frattempo, versate i tuorli nella ciotola della planetaria e cominciate a mescolarli a bassa temperatura. quando il termometro segnerà i 115°, aumentate la velocità della frusta e versate lo sciroppo bollente sulle uova, facendolo colare sulle pareti interne della ciotola in modo da evitare schizzi di zucchero bollente . Continuate a mescolare fin quando le pareti della ciotola non si saranno raffreddate.Strizzate i fogli di gelatina che oramai sarà ben ammorbidita. Disponeteli in una ciotola e versate un po' di acqua e zucchero fatto appena scaldare in un pentolino. Mescolate in modo che la gelatina si sciolga completamente. Montate la panna ben fredda. Aggiungete la gelatina sciolta nell'acqua e zucchero nella crema di marroni e mescolate energicamente e aggiungete il composto ai tuorli montati mescolando con una spatola amalgamando i due composti. Infine aggiungete la panna montata e la ricotta e mescolare bene.
montaggio
tagliare i 3 pds i due dischi,iniziare dalla base con quello più grandi e procedere in modo decrescente alternado pan di spagna e crema. Completare con pezzi di noci e di marron glacè.   






lunedì 27 febbraio 2017

Le Marronier di Felder



le marronier di felder


Ho da diversi anno il libro "Patisserie" di Felder e da tempo aspettavo l'occasione per fare questa torta. L'ho preparata tempo fa per la mia amica Monica perchè so che le piacciono le castagne,ho omesso gran parte del rum previsto perchè a lei non piacciono le bagne alcoliche. Il dolce è risultato comunque buono ed equilibrato ed è stato molto apprezzato. La ricetta che riporto è la metà di quella indicata nel libro ed ho preso la traduzione in rete. Ho usato uno stampo quadrato da 20 cm.

 

Ingredienti


Per lo sciroppo alla vaniglia e rhum
40 g di acqua
25 g di zucchero
1 cucchiaio di rhum
1/2 baccello di vaniglia

Per il biscotto al cioccolato
60 g di tuorlo
120 g di albume
75 g di farina
15 g di cacao in polvere
90 g di zucchero

Per la mousse di castagne
6 g di gelatina in fogli
250 g di panna da montare
250 g di crema di marroni*
3 tuorli
20 g di acqua
35 g di zucchero
15 g di rum (omesso)

Per farcire
100 g di crema di marroni**

Per decorare
riccioli di cioccolato fondente

Procedimento

 

biscotto al cioccolato:

Accendete il forno a 180°.
Disponete i tuorli in una piccola ciotolina e sbatteteli con una forchetta, quel tanto che serva a mescolarli. Disponete gli albumi nella ciotola della planetaria o in un'ampia ciotola per poterli lavorare con le fruste elettriche. Setacciate insieme il cacao e la farina .Montate gli albumi a neve e quando saranno già abbastanza consistenti, versate lo zucchero fino ad ottenere una massa ben ferma e lucida. Incorporate i tuorli leggermente sbattuti e mescolate delicatamente in modo da amalgamare gli ingredienti. Incorporate la miscela di farina e cacao e mescolate con un movimento dal basso verso l'alto in modo da incorporare le polveri alla massa di uova e ottenere un composto gonfio e spumoso. Ricoprite una teglia da forno (ho usato una teglia flessibile  apposita per la realizzazione dei bisquit) con carta da forno e stendete l'impasto con una spatola considerando un'altezza di circa 1/2 cm. Infornate il biscotto per circa una decina di minuti e lasciatelo raffreddare fuori dal forno. 
mousse di marroni
Mettete i fogli di gelatina in una ciotola coperti da acqua fredda ( ho aggiunto due cucchiai di rum) in modo da ammorbidirli.
In una casseruola dal fondo spesso, mettete lo zucchero e l'acqua, e fate bollire fino al raggiungimento della temperatura di 115°.
Nel frattempo, versate i tuorli nella ciotola della planetaria e cominciate a mescolarli a bassa temperatura. quando il termometro segnerà i 115°, aumentate la velocità della frusta e versate lo sciroppo bollente sulle uova, facendolo colare sulle pareti interne della ciotola in modo da evitare schizzi di zucchero bollente . Continuate a mescolare fin quando le pareti della ciotola non si saranno raffreddate.Strizzate i fogli di gelatina che oramai sarà ben ammorbidita. Disponeteli in una ciotola e versate un po' di acqua e zucchero fatto appena scaldare in un pentolino. Mescolate in modo che la gelatina si sciolga completamente. Montate la panna ben fredda. Aggiungete la gelatina sciolta nell'acqua e zucchero nella crema di marroni e mescolate energicamente e aggiungete il composto ai tuorli montati mescolando con una spatola amalgamando i due composti. Infine aggiungete la panna montata e mescolate.
montaggio del dolce 
prendete il biscotto e tagliate due quadrati da 20 cm. Disponete la cornice di metallo all'interno di una teglia. Inserite il primo quadrato di bisquit all'interno della cornice, spalmate la crema di marroni sulla superficie del biscotto imbevuta di sciroppo.  e versate metà della crema della mousse di castagne.  Muovete leggermente la cornice in modo da distendere la crema in modo uniforme sulla superficie del biscotto. Coprite la crema con il secondo strato di biscotto e bagnate nuovamente con lo sciroppo-   Versate la rimanente crema e livellate il tutto.Coprite con pellicola o alluminio e disponete il tutto in frezeer fino a completo congelamento.
Sformate il dolce ancora congelato sul piatto da portata e cospargete la superficie con riccioli di cioccolato fondente e marron glacè spezzettati. Riportatela a temperatura ambiente prima di servirla.















  






















martedì 21 febbraio 2017

ravioli di ricotta alla carbonara





ravioli di ricotta alla carbonara



Mio figlio, come me ama la pasta condita "alla carbonara". Per il suo compleanno ho preparato dei ravioli di sola ricotta e pecorino e li ho conditi con la classica carbonara, completano il piatto striscioline di guanciale croccante e cialdine di pecorino. Il piatto è stato molto apprezzato e gradito.
I ravioli li preparo sempre il giorno prima e li surgelo, vanno lessati surgelati.



Ingredienti


per circa 40/45 ravioli

  • 300 g di farina 00
  • 3     uova
  • 1     pizzicone di sale 

 per il ripieno 

  • 350 g di ricotta di bufala
  •     2 cucchiai di pecorino romano grattugiato
  • sale e pepe q.b.

per condire e completare circa 30 ravioli

3 tuorli +1 uovo intero
1 fetta di guanciale
pecorino grattugiato q.b.
pepe



procedimento


Disporre la farina setacciata sulla spianatoia, creare un cratere al centro e aggiungere  le uova a temperatura ambiente, il sale e iniziare a impastare rompendo con la forchetta le uova.  Raccogliere man mano la farina e continuare a impastare con le mani. Se l'impasto si presenta duro e fa fatica a formarsi inumidire le mani e continuare fino ad avere un impasto liscio e compatto. Fare riposare per 30' sotto ad una ciotola capovolta.

Preparare intanto il ripieno: in una ciotola lavorare bene la ricotta con il pecorino, sale e pepe.

Riprendere l'impasto e tirare la sfoglia con l'imperia fino alla penultima tacca, confezionare i ravioli con la farcia di ricotta.

Tostare il guanciale in una padella antiaderente e tenere da parte. Lessare i ravioli e versare nella padella calda dove si è tostato il guanciale, aggiungere i tuorli e l'uovo sbattuti, amalgamare bene a fuoco spento fino a quando le uova diventano belle cremose aggiungendo tanto pecorino a secondo del gusto ( io ne metto tantissimo).

Completare il piatto con il guanciale tenuto da parte, pepe macinato al momento e cialde di pecorino.




martedì 31 gennaio 2017

Fettucce con piselli e calamari profumate al limone



fettucce con piselli e calamari profumate al limone

Piatto preparato d'estate quando c'erano i piselli freschi. Viene benissimo anche con quelli in scatola o surgelati. Si rifà alla ricetta classica dei calamari con piselli con l'aggiunta della pasta. Nota di sapore e di freschezza data dalla buccia di limone grattugiata che non può mancare. Buon piatto.

Ingredienti per 4 persone

  • 300  g di fettucce
  • 300  g di piselli ( anche surgelati)
  • 2      calamari medi
  • 1      spicchio d'aglio
  • 1      piccola cipollina bianca fresca
  • 1      tazzina di vino bianco
  • buccia grattugiata di un limone bio
  • olio evo q.b
  • prezzemolo e sale q.b.




Procedimento

In un fondo d'olio far appassire dolcemente la cipollina affettata, unire i piselli coprire e portare a cottura. Frullare la metà dei piselli e unire la crema ottenuta al resto dei piselli.

In un'altra padella soffriggere lo spicchio d'aglio, unire il vino e fare evaporare. aggiungere i calamari tagliati a pezzi, coprire e portare a cottura. Quando sono cotti versare tutto nella padella con i piselli, mischiare bene.

Lessare la pasta al dente, colare e amalgamare il tutto a fiamma moderata.

completare il piatto con prezzemolo tritato e una grattugiata di buccia di limone.





sabato 7 gennaio 2017

drip cake

drip cake





Ho fatto questa torta mesi fa, era da  po' che vedevo foto di dripcake e mi attirava molto l'idea di prepararla, ma non sapevo proprio da dove iniziare. Guardando in rete  mi sono un po chiarita le idee. Questa che vi propongo è fatta da tre pds di 20 cm, una leggerissima bagna al caffè, un ripieno di crema di mascarpone al caffè e rivstimento di crema al burro alla nocciola. A leggere così gli ingredienti si può pensare ad una torta stucchevole, invece no, l'insieme dei sapori risulta molto equilibrato e gradevole. Devo dire che non è stato molto complicato farla, basta avere un minimodi manialità e cosa indispensabile una base girevole per lisciare il rivstimento esterno. La base del pds è questa ho però sosituito le noci con le nocciole. Rifacendola userei un stampo ancora piu piccolo, secondo me l'ideale è 15/18 cm. comunque la torta è piaciuta tanto e ha fatto la sua bella figura e io mi sono divertita a farla. Avanzerà un po di crema ma essendo la prima volta non sono riucita ad avere dosi precise:

Ingredienti per 3 pds da cm.20

  • 7  uova a temperatura ambiente
  • 300 g ddi zucchero
  • 300 g di farina
  • 250 di burro
  • 150 g di nocciole tostate
  • 15 g di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di rum
  • 1 pizzico di sale
Tritare finemente le noci precedentemente tostate e fatte raffreddare con un cucchiaio di farina presa dal totale. Mettere da parte.
Montare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale.
Unire il burro morbido a pezzettini e continuare a lavorare il composto. Aggiungere il rum.
Unire la farina setacciata con il lievito e poi la farina di nocciole.
 trasferire il composto nello stampo ed infornare a 170°C per 30 min circa (vale la prova stuzzicadenti).
Avendo un solo stampo ho diviso l'impasto per tre e cotto tre vole
Sfornare e lasciare intiepidire prima di sformare.
Avvolgere le basi, singolarmente, in pellicola alimentare.

 

crema al mascarpone
  • 750 g di mascarpone
  • 250 g di panna fresca
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 1/2 tazzina di caffè ristretto
  • 2 cucchiai di rum

Sciogliere in un pentolino 3 cucchiai di zucchero con 1 cucchiaio d'acqua,  intanto versare nella planetaria i tuorli e iniziare a montare leggermente.Quando lo sciroppo di acqua e zucchero raggiunge 118° versare a filo sui tuorli e montare fino a quando diventano chiare e spumose e aggiungere il rum e il caffè. Unire la crema di uova al mascarpone e mischiare. Infine aggiungere la panna montata con gli altri due cucchiai di zucchero e mischiare delicatamente. Riporre in frigo un oretta a raffreddare.


·          

crema al burro

 

·                 500 g di crema pasticcera
·                 400 g di burro
·                 200 g di zucchero
·               4 cucchiai di pasta di nocciola

Versare nella pleanetaria la crema pasticcera calda con lo zucchero ed iniziare a montare, aggiungere man mano il burro a pezzetti e lavorare fino a quando diventa quasi bianco e spumoso. Unire la crema di nociola e mischiare bene.


 

·       

Montaggio

Tagliare ogni pds in due strati e bagnare ma proprio leggermente con uno sciroppo di acqua, zucchero e un po' di rum. Mettere il piatto da portata sul piatto girevole con sotto un canovaccio per evitare che scivoli, disporre sul piatto il primo strato di pds e crema al mascarpone, continuando alternando fino ad esaurimento dei dischi di pds. Esercitare man mano che si monta il dolce una leggera pressione cercando di compattare il tutto. A fine montaggio infilare al centro della torta uno stecchino lungo in modo da fissare bene tutti gli strati. Servendosi dell'aiuto di una spatola rivestire completamente la torta con la crema al burro, cercando di ottenere un risultato quanto più possibile liscio. Riporre in frigo un paio d'ore.


  Completate la torta a vostro gusto, io ho usato una ganasche di cioccolato fondente e nocciole caramellate.

 



 

 

 

 



I miei amici