venerdì 21 settembre 2012

Il pasticciotto alla crema e amarena



Il pasticciotto alla crema e amarena







Il pasticciotto è tra i dolci più conosciuti a Napoli, è presente sempre nelle pasticcerie partonopee. Molto diffuso è anche la versione torta. In questa ricetta è presente la crema pasticcera che ognuno fa con la ricetta che preferisce, io la preparo con la ricetta che usava mio padre e che si è sempre fatta a casa mia. Il quantitativo di farina può variare a secondo della consistenza desiderata. Va cotta a bagnomaria ed è una crema che non delude mai.



Ingredienti


Per la pasta frolla

  • 500  g di farina 
  • 200  g di strutto 
  • 100  g di zucchero 
  • 2      cucchiaini da caffè di miele 
  • 1      uovo + 1 tuorlo 
  • 1      uovo per spennellare

Per la crema pasticcera

  • 1/2  lt di latte intero fresco
  • 6     tuorli
  • 150 g di zucchero
  • 65   g di farina
  • 1     bacca di vaniglia
  • 1     tazzina di liquore strega.


Occorrono inoltre 250 g.di amarene sciroppate

Procedimento


Lavorare la frolla come d'abitudine e farla riposare in frigo avvolta nella pellicola per almeno mezza giornata, meglio se preparata il giorno primo.

Cuocere la crema, una volta raffreddata aggiungere la tazzina di liquore.

Riportare la frolla a temperatura ambiente, stenderla ad uno spessore di circa 3-4 mm e ritagliare con un coppapasta tanti dischetti un po' più grandi della misura degli stampini.

Imburrare e infarinare gli stampi e rivestire con la frolla, bucare con i rebbi della forchetta e riempire quasi fino al bordo con la crema. Distribuire sulla superficie della crema le amarene. Coprire ogni stampino con un dischetto di frolla bucherellato e fare aderire bene i bordi. Spennellare con l'uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 180° o comunque fino a completa doratura.

Sformare da freddi e spolverare con zucchero a velo.




18 commenti:

  1. Adoro questi dolcetti, cremosi e molto golosi!
    Ottima realizzazione!
    alla prossima e buona serata!

    RispondiElimina
  2. mmm... sembrano deliziosi!!! complimenti!

    RispondiElimina
  3. Spesso li preferisco alla sfogliatella, tanto mi piacciono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io maria che non amo le sfolgliatelle.

      Elimina
  4. non so se li ho mai provati, però sono davvero eccezionali!
    Non ho le amarene, però ho le visciole di casa...andranno bene lo stesso che dici???

    RispondiElimina
  5. Ma quando inizio la dieta, se continuo a seguirvi?
    Aiutoooo?

    RispondiElimina
  6. Antonia questo tuo blog e' per noi un grande, grandissimo regalo e le tue ricette tutte assolutamente da provare !

    RispondiElimina
  7. ciao Antonia, complimenti per il delizioso blog
    Mi incuriosisce molto la cottura a bagnomaria della crema, si prepara come al solito e poi si mette a cuocere sopra un bagnomaria già caldo? Che consistenza bisogna ottenere? Grazie mille

    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi procedere come per una normale crema, un bagnomaria già caldino e la consistenza dipende da quanta farina ci metti e come ti piace.

      Elimina
    2. proverò, ti ringrazio

      Elimina
  8. Antonia, la versione torta sarebbe la pizza di crema e amarene, no? Gli ingredienti rimangono uguali o devo cambiare qualcosa? Grazie
    Stefania (Cat)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si stefania propro quella,gli ingredienti sono gli stessi sicuramente devi aumentare il quantitativo della crema.

      Elimina
  9. ça doit être bien succulent, j'adore
    bonne journée

    RispondiElimina

I miei amici