lunedì 17 settembre 2012

Ravioloni con pescatrice e melanzane

Ravioloni  con pescatrice e melanzane




Un piatto che mi è piaciuto tantissimo, forse un po' lungo ma vale la pena prepararlo basta dividersi il lavoro in 2 giorni. La cosa importante è avere a disposizione una pescatrice bella fresca da  1 chilo-1 chilo e mezzo che è preferibile far sfilettare dal pescivendolo facendosi dare la testa che servirà per il brodo.

Ingredienti


Per il brodo di pesce

la testa della pescatrice
1 lt e 1/2 di acqua
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
1 pizzico di sale.

Per l'acqua pazza

3/4 del brodo ottenuto con la testa della pescatrice
1/2 bicchiere di vino bianco
5-6 pomodorini
1 ciuffo di prezzemolo
pepe nero in grani q.b.
olio evo q.b.

Per i ravioli

400 g di semola
200 g di acqua calda
1 pizzicone di sale

Per il ripieno dei ravioli

i filetti cotti della pescatrice
3 melanzane medie

Per il condimento

10-12 pomodorini
olio evo q.b.

Procedimento



Preparare il brodo con tutti gli ingredienti,colare e tenere da parte.

Per l'acqua pazza: mettere in un tegame tutti gli ingredienti escluso il pesce e portare a bollore, dopo una decina di minuti unire i filetti e portare a cottura. Togliere il pesce dal tegame e far continuare a ridurre il brodo quasi completamente e tenere da parte il sugo ottenuto.

Per il ripeno dei ravioli: tagliare le melanzane a cubetti piccoli e friggerli con olio evo. Su  un tagliere mettere i filetti e le melanzane fritte e tritare con la mezzaluna evitando il frullatore.

Preparare i ravioli impastando semola, acqua e sale fico ad ottenere un'impasto liscio. Far riposare 30' sotto una ciotola capovolta.
Stendere la sfoglia sottile, ricavare i ravioli e  farcire con il composto di melanzane e pescatrice.

Per il condimento: in una padella versare il sugo ottenuto dalla cottura all'acqua pazza più 1 mestolo di brodo ( il rimanente si può surgelare) regolarsi in base alla quantità di ravioli da condire e far ridurre.

Lessare i ravioli.

Intanto in un padellino versare un generoso filo d'olio e fare friggere i pomodorini interi fino a quando iniziano ad appassire. Versare olio e pomodorini nella padella con il sugo.  Scolare la pasta e versare nella padella spadellando delicatamente, alla fine il sugo deve risultare quasi un brodetto cremoso.

Completare il piatto con fili di buccia di melanzana fritta e un po' di prezzemolo.

Consiglio sempre di preparare i ravioli in anticipo e surgelarli.



21 commenti:

  1. Ciao per puro caso ho scoperto il tuo blog sono molto contenta perché seguivo le tue ricette su gennarino sempre con ottimi risultati ! Un saluto affettuoso
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Scusami se mi ripeto, ma a me sembrano buonissimi oltre che belli.
    La pescatrice, dalle nostre parti, come si chiama?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria si chiama rana pescatrice e si trova facilmente,potresti anche sostituirla con il cuoccio che però ha più lische.

      Elimina
  4. Mi associo al primo commento.
    Da anni venivo a cercare e seguire le tue dritte in cucina, sul blog di Gennarino, per imparare la vera cucina tradizionale campana.
    Grazie per aver aperto il ristorante;-)))...il blog!

    @Maria Romano
    Ho 'beccato' anche te:non vi lascio più!
    Grazie per ciò che mi insegnate in cucina!

    Viva Napoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Profumo di mare,se ti fa piacere continua a seguirci.

      Elimina
  5. belli e golosi!
    buona giornata cara!

    RispondiElimina
  6. Li sto facendo....la ricetta mi ispirava tantissimo. Ti saprò dire il responso ufficiale questa sera! Intanto...grazie. Paola Ts

    RispondiElimina
  7. Spaziali!!!! Apprezzati all'unanimità! Grazie grazie!!!! Paola Ts

    RispondiElimina
  8. Un poema, non una ricetta. Sei sempre stata uno dei miei Gennarini preferiti. Non so dirti il piacere di ritrovare la tua inimitabile mano in un blog tutto tuo.
    Sapessi quante dei tuoi post per me sono stati una petite Madeleine, un ricordo di sapori e profumi dell'infanzia.
    Grazie...e ora li faccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie davvero. piatto un po' impegnativo ma di grande soddisfazione.

      Elimina
  9. Splendido piatto!
    Quando consigli di "preparare i ravioli in anticipo e surgelarli" intendi anche cucinarli e poi congelarli, oppure congelarli prima di lessarli? Grazie!

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia Antonia! Credo di aver finito gli aggettivi...
    te lo ripeto, amo il tuo modo di interpretare la cucina, l'amore che traspare per le tue radici, e la maestria con cui sai trattare la materia prima.
    Complimenti sinceri.

    Un bacio

    Giuli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie,detto da te è un onore, prepari delle cose favolose. un bacio.

      Elimina
  11. ¡madre del amor hermoso!!! Antonio, sono bellissimi e devono essere deliziosi!

    Daniela

    RispondiElimina
  12. Antonia, non Antonio...scusa

    RispondiElimina

I miei amici