martedì 2 ottobre 2012

Biscotti all'amarena



biscotti all'amarena

Dolce tipico di Napoli, nasce come dolce di riciclo di avanzi di pasticceria amalgamati dal gusto dell'amarena. Però a questo nessuno ci bada perchè sono talmente buoni che vengono consumati in abbondanza.  A casa non avendo questi avanzi cerchiamo di farli con gli ingredienti più comuni tra quelli che si trovano nelle pasticcerie, probabilmente non avranno proprio lo stesso sapore ma sicuramente sappiamo cosa mangiamo.


Ingredienti


Per la pasta frolla

  • 250 g di farina
  • 100 g di strutto
  • 100 g. di zucchero
  • 50   g di acqua
  • 25   g di miele
  • 1     pizzico di sale
  • buccia di limone grattugiata
Per il ripieno
  • 250 g di pan di spagna o un misto di pds e biscotti secchi
  • 300 g di marmellata di amarene
  • 3     cucchiai di crema pasticcera
  • 2     cucchiaio di rum per pasticceria
  • 1     cucchiai  di cacao 
  • 2     cucchiai di succo di amarena o liquore cherry 
  • inoltre per la glassa: 1 albume, zucchero a velo q.b. e un pizzichino piccolissimo di cacao

 

Procedimento

Lavorare la frolla come d'abitudine e tenere in frigo avvolta nella pellicola per una notte.
Frullate nel mixer il pds riducendolo non proprio in polvere, scaldate la marmellata con un po' d'acqua,  unite il resto degli ingredienti e mischiate tutto per bene.

Stendete la pasta frolla alta 3-4 mm. dando la forma di un rettangolo (io ho fatto 16x28 cm.),
distribuite al centro sulla parte più lunga la farcia, chiudete bene con i due lembi e capovolgete il rotolo.




Mettete il rotolo nel freezer giusto il tempo per farlo indurire un po' per facilitare il taglio.
Tagliate i biscotti larghi più o meno 5 cm.e poneteli in una teglia con carta forno.I
nfornate a 180° fino a quando iniziano a indurire.
Togliete la teglia dal forno, spennellate i biscotti con la glassa e fate su ognuno 3 solchi con uno stecchino sulla parte stretta, mettete lungo i solchi un filo di marmellata e infornate di nuovo fino a cottura ultimata.

Per la glassa. sbattete l'albume con lo zucchero e il cacao fino ad avere una glassa morbida che non scivola via (la mia era un po' liquida).





10 commenti:

  1. Questi sono tra i miei preferiti, ma mi pare di averlo già detto :)))
    Grande Antonia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricordo che prei la ricetta da giovanni per te.**

      Elimina
  2. che bello le tue ricette finalmente!!! Figlia di pasticceri e si vede
    Superbrava e d'altronde non poteva essere diversamente visto che
    sei nella lista della mia maestra assunta
    Continua così!!!

    RispondiElimina
  3. ma che spettacolo questi biscottini!
    buoni ed originali!
    buona serata cara!

    RispondiElimina
  4. Profumo di mare03 ottobre 2012 00:30

    Eccoliiii!!!!
    E' grazie a questa ricetta che ti ho conosciuto!
    Anni fa la cercai sul web e fui indirizzata al sito di 'gennarino' ed ora ce l'ho qui, tutta bella trascritta e con tanto di foto!
    No,cara Antonia,questo non è il tuo blog,
    questo è "il MIO QUADERNO di 'appunti di cucina di Rimmel'"!
    Piazzato al centro della barra dei preferiti per essere quotidianamente consultato!
    Che regalo che m'hai fatto!!!

    RispondiElimina
  5. Scopro solo oggi il tuo blog ma sarò una lettrice costante e affezionata, legata a te dalle origini, dalla passione per le ricette partenopee e dall'amore per un padre "speciale", come solo alcuni padri sanno essere.
    Grazie per aver deciso di condividere con noi le tue ricette profumate di emozioni.

    Francesca

    RispondiElimina

I miei amici