giovedì 4 ottobre 2012

Frittatine di pasta



frittatine di pasta


Diversa dalla frittata di pasta, queste non hanno uova sono una delizia che si trova in tutte le rosticcerie-pizzerie di Napoli


Ingredienti


  • 250g di bucatini 
  • 500 g di besciamella
  • 100 g. di salame napoli
  • 100 g  di provolone piccante
  • 100 g di provola stagionata
  • sale, pepe, pecorino grattugiato q.b.
  • olio di semi.
  • acqua, farina, pane grattugiato q.b. 

 

Procedimento

Lessare i bucatini molto al dente dopo averli spezzati a metà, metterli a raffreddare su un piano e tagliarli grossolanamente.

Intanto preparare la besciamella bella soda con l'aggiunta di pepe e 2 cucchiai di pecorino grattugiato.

Tritare il salame e i formaggi e  unire alla pasta insieme alla besciamella,mischiare per bene e raffeddare in frigo (io le ho preparate la mattina e fritte la sera).

Quando l'impasto è  freddo metterlo in una teglia, schiacciarlo in maniera uniforme alto circa 2 cm e formare le frittatine con un coppapasta, ricompattare l'impasto man mano che si formano i buchi.

Al momemto di friggere passare le frittatine prima in una pastella appena coprente preparata con acqua ,farina e sale e successivamente nel pane grattugiato.

Vanno fritte in olio caldo e profondo.

In una famosa pizzeria in provincia di Napoli si trovano le frittatine pastellate, io ho provato a replicarle, chiaramente non sono le stesse ma devo dire che sono comunque buonissime. Stessa ricetta, stesso procedimento senza l'impanatura finale.Vanno passate in una pastella  fatta con 1 uovo, 200 gr.di farina, 150 gr.di acqua frizzante ghiacciata e un pizzico di bicarbonato.

Sbattere l'uovo con l'acqua e il bicarbonato aggiungere la farina e amalgamare per bene. Deve risulatare una pastella abbastanza liquida, regolarsi anche un po' ad occhio. Lasciare riposare la pastella 30' in frigo e poi procedere alla frittura.

        6 commenti:

        1. Profumo di mare5 ottobre 2012 00:07

          E che possiamo commentare...
          Questa è Napoli a tavola!!!

          RispondiElimina
          Risposte
          1. Io le ho fatte saeguendo alla lettera quanto scritto dalla signora Antonia e sono venute buonissime, no forse l'aggettivo più adeguato è deliziose!Croccanti al punto giusto fuori e mirbidissime dentro...Una genialità!Brava brava brava!!!Rita

            Elimina
        2. Infatti, leggendo alla fine ho capito, a me l'hanno insegnata con la pastella e le ho sempre viste così in giro, invece le originali sono con il pangrattato?

          RispondiElimina
        3. Rettifico: a me l'hanno insegnata saltando il passaggio del pangrattato, in pratica friggerle dopo averle passate nella pastella "velante" di acqua e farina ma con il pangrattato sicuro le proverò!

          RispondiElimina
        4. Buonissime...io le adoro, ma non ho mai provato a farle...

          RispondiElimina
        5. Ciao Antonia ! complimenti per le ricette spiegate passo passo ! Vorrei sapere, se possibile le dosi precise della pastella di acqua e farina . Grazie

          RispondiElimina

        I miei amici