mercoledì 9 gennaio 2013

Torretta di alici provola e pomodorini


torretta di alici provola e pomodorini




  
Un' idea presa dalla rivista Alice cucina e modificata secondo i miei gusti.
Metto gli ingredienti senza peso perchè sono andata proprio ad occhio, ognuno si regolerà in base alla quantità da preparare. Sono buone anche senza il passaggio in forno ma forse più come piatto estivo. Una ricetta semplicissima ma vi assicuro buona adatta sia come secondo che come antipasto. 




Ingredienti

  • alici freschissime
  • provola 
  • pomodorini datterino 
  • farina di mais 
  • olio evo e olio per friggere
  • sale, pepe e basilico 

Procedimento


Pulire e diliscare le alici lavarle e metterle in una scolapasta.

Tagliare i pomodorini a pezzetti e condirli con un po' d'olio e sale.

Impanare la alici solo con la farina di mais e friggerle in olio di semi. 

Preparare una teglia con la carta forno unta con un filo di olio evo e formare la torretta alternando le alici, pomodorini, provola e basilico. Regolare di sale e pepe.

In forno caldo per una decina di minuti. 

lunedì 7 gennaio 2013

Mozzarella in carrozza



mozzarella in carrozza







Riprendiamo dopo la pausa natalizia con una ricetta tipica campana, ricetta di riciclo golosissima, la mia è un po' diversa dalle altre perchè prevede la frittura anche dell'interno delle fette di pane, Va mangiata appena fritta con la mozzarella che fila, perciò preparare prima tutti i sandwich e poi procedere alla frittura.


Ingredienti

Gli ingredienti sono i soliti senza dosi precise poiché dipende da quante se ne preparano, occorrono:


fette di pane casareccio
mozzarella a fette asciutta e fredda di frigo
uova
sale, pepe e olio per friggere

Procedimento


Tagliare a fette sottili del pane casareccio un po' raffermo, potete togliere la crosta se vi va, io la lascio. 

Bagnare le fette leggermente nel latte e premere tra le mani per far uscire quello in eccesso.

 Sbattere le uova con sale e pepe e bagnare le fette di pane da un solo lato, friggere dalla parte dell'uovo e tenere da parte.




 Una volta fritte tutte le fette formare il sandwich mettendo il lato con l'uovo già fritto all'interno e le fettine di mozzarella al centro.





 Passare nell'uovo il sandwich, bagnare bene e pressare leggermente tra le mani.

 Friggere in olio caldo e mangiare filanti.






Le foto sono di Teresa De Masi che ringrazio.





venerdì 21 dicembre 2012

Ravioloni ai gamberi con sugo di vongole e telline.


ravioloni ai gamberi con sugo di vongole e telline




Si è capito che amo i piatti di pesce? questa è una bella ricetta dove la delicatezza del raviolo con il suo ripieno si sposa perfettamente con il sugo dei frutti di mare. Il risultato è un gusto piacevolissimo e ben si adatta a qualche cena delle feste.

Ingredienti

Per la pasta:


  • 200 g di semola  
  • 200 g di farina  
  • 200 g di acqua 
  •     1 pizzico di sale 
  • 300 g di gamberi
  • 200 g di ricotta
  • sale, prezzemolo e pepe  q.b.
  • 2-3 cucchiai di fondo di cottura ai gamberi :http://www.gennarino.org/bisque.htm

Per il sugo


  • 500 g tra di vongole veraci e telline
  • 4-5 pomodorini del piennolo  
  •    1 spicchio d'aglio 
  • olio evo, sale, pepe e prezzemolo q.b. 

Procedimento


per la pasta: Impastare fino ad avere una pasta liscia e morbida, lascaire riposare per circa 30' sotto una ciotola capovolta, tirare la sfoglia  alla penultima tacca dell'imperia.
Sgusciare i gamberi e farli cuocere 2' in una padella con un po' d'olio, tagliarli con la mezzaluna insieme al prezzemolo e unirli alla ricotta con sale e pepe, amalgamare con il fondo di cottura dei gamberi e farcire i ravioli.
 Ho ottenuto 25 ravioloni di cm.7x7.

per il sugo: in una padella capiente  soffriggere uno spicchio d'aglio a pezzetti con un giro d'olio, unire i pomodori schiacciati con le dite e cuocere un paio di minuti a fuoco vivace,toglierli e tenere da parte. 
Versare in padella i frutti di mare e farli aprire sempre a fuoco vivace e senza coperchio,una volta aperti rimettere i pomodorini e 2 cucchiai di fondo di cottura dei gamberi, far insaporire per pochi minuti e spegnere. Deve essere una cottura veloce.
Lessare i ravioli e alzarli con la schiumarola,versali nella padella e far insaporire a fuoco medio fino a quando si asciuga tutta l'acqua, aggiungere il prezzemolo e spegnere.


lunedì 17 dicembre 2012

Mafalde alla pescatora con crema di ceci



mafalde alla pescatora con crema di ceci







Ingredienti per 4 persone
  • 350   g di mafalde Leonessa 
  •     2   calamari medi 
  •   10   gamberoni   
  • 500   g di vongole 
  • 4-5   pomodorini
  • 200   g di ceci lessati
  • olio evo q.b.
  •     2  spicchi d'aglio
  •     1 pizzico di peperoncino
  •  prezzemolo q.b.

Procedimento


Pulire i calamari a tagliarli a striscioline.

In una padella capiente soffriggere uno spicchio d'aglio tritato in un giro d'olio, unire i calamari e farli cuocere per 5-6',  unire i pomodorini a pezzettini e completare la cottura dei calamari per pochi minuti ancora.

In un'altra padella soffriggere olio, aglio e peperoncino e unire le vongole, coprire e lasciare aprire.
 Versare le vongole nella padella dei calamari con metà dell'acqua che hanno rilasciato e tenere il resto da parte.

Fare insaporire i ceci in una padella con un filo d'olio dopodiché frullarli con l'acqua delle vongole tenuta da parte.

Sgusciare 6 gamberoni,  tagliarli a pezzi e aggiungerli nella padella con i calamari insieme ai 4 gamberoni interi, fare cuocere per 2-3' ed unire metà della crema di ceci, mischiare bene regolare di sale e fare insaporire per pochi minuti.

Lessare la pasta, togliere dalla padella i 4 gamberoni interi  e  versare la pasta, lasciare insaporire per bene.

Comporre il piatto mettendo alla base una cucchiaiata di crema e del prezzemolo tritato, versare sopra la pasta e completare con gamberoni tenuti da parte.



giovedì 13 dicembre 2012

Raffioli alla cassata



raffioli alla cassata




E siamo arrivate alla settimana dei dolci, una settimana di golosità in giro per il paese. Io ho scelto un dolce della tradizione napoletana, i raffioli alla cassata dolce legato molto ai miei ricordi di famiglia quando a prepararli era mio padre. Questa ricetta arriva dai suoi quaderni proprio quelli che vedete fotografati di lato, dolce un po' impegnativo per la presenza della massa leggera che spesso non si gonfia come dovrebbe. Se dovesse accadere non vi scoraggiate invece di dividere in due il raffiolo usatene 2, uno per la base e uno per fare la calottina. Per il fondente potete ovviare come ho fatto io prendendolo già pronto.
Oggi sono in compagnia della mia carissima amica maria e dei suoi bellissimi struffoli.

Ingredienti

per il pan di spagna massa leggera

  •     5  uova  
  •   85  g di zucchero 
  • 105  g di farina 00 
  • 1/2   limone (succo)
  • 1/2   tazzina di acqua

per la crema di ricotta


  • 750  g di ricotta di pecora 
  • 250  g di zucchero ( preferisco la ricotta poco zuccherata) 
  •     2  cucchiai tra scorzetta d'arancia e zuccata a cubetti di ottima qualità  
  •     1  cucchiaio di cioccolato fondente tritato ( senza la polvere residua che macchia la  ricotta) 
  •     1  tazzina di liquore strega  

occorrono inoltre: 500-600 g di fondente di zucchero (preso in pasticceria) per chi vuole prepararlo:

                               
                                200 g di marzapane verde (preso in pasticceria) la ricetta per chi vuole prepararlo:





Procedimento

La crema di ricotta è preferibile prepararla la sera,mischiarla con lo zucchero,canditi e un po' di liquore e lasciarla in frigo tutta la notte.

Per il pan di spagna: montare a spuma i rossi con lo zucchero tenendo da parte il 10% dello zucchero.
Montare i bianchi a neve con il succo di limone, quando sono ben montati aggiungere a pioggia lo zucchero tenuto da parte e mischiare delicatamente. 
Prima di unire le due masse aggiungere ai rossi montati  l'acqua e farla assorbire girando lentamente per rendere  la massa più fluida quindi unire la farina mischiando delicatamente, a questo punto unire i bianchi e amalgamare i due composti sempre delicatamente.
Questi dolci hanno la forma ovale, io siccome non sono precisa ho disegnato con una formina tanti ovali  sulla carta forno che poi ho riempito con la sach-poche alti più o meno un dito. In forno caldo a 180° fino a doratura.
Tagliare la calottina e mettere uno strato di crema di ricotta per farcirli, rimettere sopra la calottina tagliata.
Mettere su un piano tutti i raffioli farciti e  spruzzarli leggermente con una bagna preparata con 1 bicchiere d'acqua,2 cucchiai di zucchero e il liquore strega.
Tenere in frigo per 2-3 ore.

Trascorso il tempo di riposo sciogliere il fondente bello liquido,mettere su ogni raffiolo una strisciolina di pasta di mandorla, poggiarli su una gratella e versare il fondente con il mestolo coprendoli interamente e lasciare asciugare.

Questo è l'abbinamento proposto da Luciano Pignataro

"Dolce di struttura, senza se e senza ma. Procediamo allora con il Privilegio dei Feudi di san Gregorio,Un bel Fiano passito che gode di tanta longevità e della acidità necessaria per rinfrescare il palato."








Domani chiuderanno la staffetta Teresa e Rossana con due bellissime preparazioni.


E questo è il calendario completo della settimana dedicata ai dolci:


Lunedì 10 Dicembre

Lombardia: Panettone milanese alto, di Assunta 
Piemonte: Mont Blanc a la moroise, di Caris 

Martedì 11 Dicembre

Trentino Alto Adige: Stollen, di Pasqualina 
Puglia, Basilicata: Cartellate, di Tinuccia 

Mercoledì 12 Dicembre

Emilia Romagna: Spongata, di Daniela 
Liguria: Pandolce genovese alto, di Sara 

Giovedì 13 Dicembre

Campania: Struffoli, di Maria
Campania: Raffioli alla cassata, di Antonia 

Venerdì 14 Dicembre

Sicilia: Cucciddati, di Rossana 
Calabria: Torrone morbido alle mandorle e cedro candito, di Teresa 





I miei amici