lunedì 11 febbraio 2013

Spaghetti allo scammaro



spaghetti allo scammaro




Antica ricetta campana con  condimento di magro, preparata nei giorni  come il mercoledì delle ceneri e il venerdì santo. Vi sono due versioni  di questo piatto, una è quella che vi propongo con la pasta amalgamata in padalla, l'altra è la frittata(senza uova)di pasta, che penso servisse soprattutto per riciclare la pasta allo scammaro avanzata.
Molte sono le ricette di questo sugo più o meno somiglianti però nessuna prevede l'uso del pecorino, io invece lo metto, perchè mi piace e perchè penso ci stia bene. 
E' un piatto molto semplice, ma se fatto con buoni ingredienti è veramente ottimo.

Ingredienti per 3 persone


70-80 g di olive nere di gaeta
70-80 g di olive verdi
2 acciughe sotto sale
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di uvetta 
2 cucchiai di pecorino romano (facoltativo)
olio evo,aglio e prezzemolo.

Procedimento


Denocciolate le olive e dissalate i capperi, ponete tutto su un tagliere e riducete a pezzetti con la mezzaluna o con un coltello.

Versate un bel fondo d'olio in una padella idonea a contenere la pasta e fate imbiondire l'aglio da togliere prima che bruci, unite i filetti di acciughe lavate e fate sciogliere lentamente, aggiungete a questo punto il trito di olive e capperi, l'uvetta, i pinoli e fate cuocere dolcemente per circa 10'.

Lessate intanto la pasta al dente e unite al sugo 2 cucchiai di acqua di cottura.Togliete la pasta usando le pinze e versatela nella padella, unite subito il pecorino e il prezzemolo e amalgamate velocemte.

 Se si vuole fare la frittata una volta messa la pasta in padella schiacciatela con una paletta e fate friggere da entrambi i lati.  


8 commenti:

  1. Profumo di mare11 febbraio 2013 19:02

    E' uno dei tanti piatti della tradizione napoletana che attendevo tu pubblicassi.
    Le tue, per me, sono le ricette originali,
    quelle che avrei voluto, da giovane, insegnate dalla mia mamma o dalla nonna.
    Grazie,quindi, per questa tua generosa condivisione.

    Gli ingredienti li ho tutti e l'ora è giusta.
    Che dici? mio marito lo apprezzerà, se vado a prepararglielo?
    Io ci provo!
    Felice serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piacciono tanto, fammi sapere.

      Elimina
    2. Profumo di mare13 febbraio 2013 19:24

      ...e pure a lui so' piaciuti tanto, Antonia.
      'Tanto' da fargli dire:
      "Ma si può conoscere questa Rimmel? Perchè se tanto mi dà tanto...".
      Uomini.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  2. Ottimo ripescaggio dalla cucina tradizionale. Concordo: il pecorino ci sta bene e ci ci aggiungerei anche del pangrattato ripassato in padella, che forse non è proprio tipico campano, lo so... ma... .. ciao - stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho paura che il pangrattato asciughi troppo la pasta.

      Elimina
  3. Queste ricette sono sempre le migliori Antonia, semplici ma buonissime... grazie!

    RispondiElimina
  4. Ciao Antonia,sono Paola ci siamo conosciute al corso su pizza in teglia e croissant a Monte di Procida.Non sapevo del blog...ci sono finita per caso e con grande gioia trovo lo scammaro.A casa mia si usa fare la frittata...che ricordi quando andata via da Napoli, tutti mi prndevano in giro appena la nominavo non sapendo assolutamente cosa fosse!!Mi salvo il link,a presto!

    RispondiElimina

Translate

I miei amici