Visualizzazione post con etichetta origano. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta origano. Mostra tutti i post

lunedì 24 febbraio 2014

Linguine alla puttanesca con straccetti di bufala al profumo di capperi




linguine alla puttanesca con straccetti di bufala al profumo di capperi



Ho avuto l'onore di essere invitata al contest " le strade della mozzarella" dove lo scorso anno ero tra le finaliste. Il contest quest'anno ha un tema innovativo " preparazione che tragga ispirazione dalla grande tradizione gastronomica italiana e che includa l’utilizzo di una moderna tecnica di preparazione o cottura." scegliere un piatto della tradizione è abbastanza semplice ma l'utilizzo di una nuova tecnica di cottura per me ancorata alla cucina tradizionale e non avendo gli strumenti adatti è stato un pochino meno semplice. Come sempre accade per i piatti che preparo, l'idea nasce da una preparazione che amo per l'intensità di sapore dei singoli ingredienti e le materie prime che lo compongono. Ho scelto un piatto della tradizione italiana: le linguine alla puttanesca. L'idea di riprodurre questo piatto selezionando e trattando in precedenza la materia prima (olive e capperi separati dal sugo di pomodoro) ed utilizzando per la pasta una cottura sottovuoto ( macchina messa a disposizione dall'amica  Pasqualina) nel pesto di olive per ricreare un insieme che al contempo risulti denso di sapore, ma con ogni componente perfettamente dinstinguibile. L'idea di completare il piatto con straccetti di mozzarella di bufala campana marinata nel pesto di capperi per dare dolcezza e rotondità al piatto.Sono rimasta favorevolmente colpita dalla cottura sottovuoto della pasta sia per l'accentuazione dei sapor e dell'aroma di olive che rimangono più naturali; ma anche e soprattutto, attraverso la cottura a bassa temperatura, ho ottenuto una consistenza della pasta che si è amalgamata al punto da fondersi nel pesto di olive.
Ringrazio il contest che mi ha "costretta" a sperimentare nuove strade perchè probabilmente spontaneamente non l'avrei mai fatto.


Ingredienti per 2 persone

  • 150 g di linguine Pastificio dei Campi di Gragnano
  • 50   g di olive nere di Gaeta
  • 50   g di capperi di Pantelleria 
  • 250 g di pomodorini 
  • 100 g di mozzaralle di bufala campana dop 
  • olio evo q.b.
  • sale, peperoncino e origono q.b. 

 

    Procedimento

    Mettere le olive denocciolate con pari quantità di acqua in infusione per 24 ore, fare la stessa cosa con i capperi; dopo 12 ore frullare i capperi con l'acqua e un cucchiaio d'olio e versare sulla mozzarella tagliata a fette, coprire con pellicola alimentare e tenere in frigo.

    Dopo le 24 ore, sbollentare per pochi minuti i pomodorini, spellare e privare dai semi. In una padella soffriggere uno spicchio d'aglio tritato in un generoso quantitativo d'olio e un pizzico di peperoncino, unire i pomodorini spezzettati e cuocere a fiamma vivace fino a quando si addensa.

    Frullare le olive con la loro acqua di infusione ottenendo un pesto "morbido". Bollire l'acqua salata e versare le linguine e cuocere per 3', colare e condire con il pesto di olive, disporre nel sacchetto del sottovuoto e continuare la cottura per altri 7' in una pentola con acqua cercando ti mantenere una temperatura sui 70°. Aprire il sacchetto del sottovuoto e versare la pasta nella padella con il sugo. Fare insaporire per bene e unire la mozzarella spezzettata e una parte di pesto di capperi, spegnere quando la mozzarella inizia a filare. Completare il piatto con una spolverata di origano. 

     


      Con questa ricetta partecipo al contest Pasta Bufala e Fantasia

     


    venerdì 28 settembre 2012

    Melanzane sott'olio



    melanzane sott'olio



    E' il momento per preparare le melanzane sott'olio, non possono mancare in inverno nella dispensa, io ne preparo tante e finiscono sempre troppo presto. Questo è il metodo che usava mamma e che ho sempre fatto anch' io.

    Ingredienti


    Metto solo gli ingredienti senza peso si va un po' ad occhio, dipende da quante se ne preparano.

    Occorrono:melanzane, possibilmente quelle strette e lunghe, olio evo, aceto bianco, aglio,sale grosso,origano e peproncino.



    Procedimento

    Si prendono le melanzane lunghe, si sbucciano completamente e si fanno a fette o listarelle. Si mettono in un colapasta a strati alternati con il solo sale grosso e con un peso sopra (tipico e' il pentolone pieno di acqua) e si lasciano 3-4 ore cosi' per cacciare via l'amaro
    Trascorso questo periodo, il sale sara' sciolto e le melanzane strizzate per bene verranno sbollentate, un attimo, in un pentolone ove bollira' meta' acqua e meta' aceto bianco . Questa procedura deve durare pochissimo altrimenti le melanzane perdono la consistenza callosa.
    Quindi si estraggono dal pentolone, si strizzano e si mettono su un canovaccio pulito. Intanto si prepare un vasetto ermetico e lo si sterilizza. Quindi si dispongono le melanzane alternate in stati con olio evo, aglio a pezzetti, peperoncino ed origano. Tutto ben coperto da olio  che dev'essere raboccato ogni volta che manca. Con una forchetta pulita si appiattisce la montagnetta di melanzane e condimento comprimendo bene. Si chiude il barattolo e si conservano in dispensa. Io le mangio già dal giorno successivo.

    I miei amici